Blog

 

 

Non ho smesso di pensarti,

vorrei tanto dirtelo.

Vorrei scriverti che mi piacerebbe tornare,

che mi manchi  e che ti penso.

Ma non ti cerco.

Non ti scrivo neppure ciao.

Non so come stai.

E mi manca saperlo”.


La legge della risonanza ci racconta che se mettiamo due diapason vicini ed essi hanno la stessa frequenza, ecco che facendo vibrare l’uno anche l’altro risuona pur non essendo stato toccato. E’ l’effetto della risonanza. Ma se variamo anche solo di poco la frequenza del diapason che stiamo toccando ecco che l’altro non vibra più. Una legge semplice che vale anche per noi esseri umani.

La vita è un tesoro che dobbiamo amare”… è la frase che Gilles Placet, psicoterapeuta, analista, creatore del metodo “Quantum Attitude” ®, “Costellazioni Sistemiche Quantiche”®  e “D.M.O.K.A” ®  mi ha scritto sul suo libro “Alchimia Quantica – L’arte della trasformazione” qualche sera fa mentre ascoltavo la sua conferenza presso la Rosa dei Venti a Bologna. Ci sono Anime meravigliose, molto coraggiose, che “lavorano” per contribuire all’evoluzione della coscienza, per aiutare gli altri esseri umani a ritornare nell’amore.

Percepiamo la felicità come uno stato che abita il tempo futuro. A volte non ce lo diciamo, ma lo pensiamo. E giochiamo al “Sarò felice quando…” avrò trovato un lavoro che mi corrisponde pienamente… avrò appianato le incomprensioni con il mio compagno… avrò trovato un fidanzato… avrò i figli grandi e quindi sarò più libera… sarò felice quando avrò migliorato questo e quello di me… avrò una casa nuova con più spazio… sarò felice quando potrò finalmente andarmene di casa… fare quel viaggio che tanto sogno… dire a quella persona che per me così non va più bene, ma in questo momento non ho ancora il coraggio di farlo…

Sembra che la felicità e l’appagamento non abitino mai il tempo presente, ma un immaginario futuro… e la cosa buffa di questo gioco della mente è che quando arriviamo a quello che desideravamo, subito spostiamo l’asticella della felicità ancora più avanti… nuovi desideri, nuovi progetti, nuove ambizioni… e finisce che non siamo mai felici… perché siamo troppo occupati a pensare che cosa ci può rendere PIU’ felici

Guardatevi intorno, quante persone conoscete che al vostro “come stai?” rispondono “sono molto felice”. Poche. E’ perché la felicità è uno strano dono prezioso distribuito da non si sa chi, a pochi? O è perché ci sfugge qualcosa?

“Va tutto bene così come è!”.

C’è l’Amore… e poi c’è tutto il resto!

Chi ti racconta che l’Amore è “e vissero felici e contenti” non conosce l’Amore. Chi ti racconta che l’Amore è “sforzarsi di, rinunciare a, obbligarsi a…” non conosce l’Amore. Tra gli estremi della favola e del martirio, lì, sfrugugliando con curiosità si trova il proprio posto.

Stasera sono planata su un film “Le pagine della nostra vita”, davvero bello. Una frase: “Allora non sarà facile, anzi sarà molto difficile e dovremo lavorarci ogni giorno, ma io voglio farlo perché voglio te… l’Amore più bello è quello che risveglia l’Anima e che ci fa desiderare di arrivare più in alto, è quello che incendia il nostro cuore e porta pace nella nostra mente. Questo è quello che tu mi hai dato…”.

Pagina 6 di 23

Go to top